Filosofia spicciola n.1 (sulla felicità)

Io non lo so se il mondo è una realtà oggettiva, se esiste per davvero, se ci è conoscibile in sé e per sé (come direbbero i filosofi, o quantomeno uno specifico filosofo che aveva la strana mania di dividere le cose in tre). Non lo so perché sono troppo ignorante per occuparmi di ontologia. Però so che è bellissimo vedere come un banalissimo sasso possa essere sia un volgare inciampo sul sentiero che qualcosa di degno e bello con cui relazionarsi. Forse non dipende dal mondo, il quale (da che mondo è mondo!) non sembra fregarsene granché di noi esseri umani. Forse dipende proprio da noi, e dagli occhiali con cui decidiamo di guardarlo.
In altri termini, più succinti e chiari: la felicità non è nelle cose. È una petizione di principio, null’altro che una scelta.

– Con Angela Bonato ed i sassi sotto alle tre cime di Lavaredo.

Be First to Comment

Lascia una risposta